PUBBLICAZIONI

Mobirise

Benedetto Marcello
IL TEATRO ALLA MODA
a cura di Michele Geremia e Marco Bizzarini

Una vivace satira che denuncia, con un linguaggio spiritoso e all’insegna del paradosso, i supposti mali dell’opera, contribuendo a sviluppare nuove istanze riformatrici. Dotato di un vivo senso dell’umorismo corrosivo, Marcello si cimentò con successo nel genere comico e questo brillante pamphlet, qui riproposto in una nuova edizione critica minuziosamente commentata e completata con disegni e immagini dell’epoca, ha contribuito certamente alla sua notorietà.

Casa editrice: Diastema
Anno di pubblicazione: 2015
Numero di pagine: 108
Acquista ora

Mobirise

Agostino Steffani
SACER IANUS QUADRIFRONS 
a cura di Michele Geremia

Nel 1685 Steffani pubblicò il suo secondo libro di musica sacra, all’età di trent’anni, quando oramai si poteva definire un compositore esperto. Come indicato dal titolo i mottetti sono composti per tre voci (e continuo), ognuna delle quali può essere omessa, permettendo quindi un’esecuzione a sole due voci; in questo modo i dodici mottetti possono essere resi in quattro modi. La raccolta, come scrive lo stesso Steffani nella nota al lettore, contiene dunque quarantotto pezzi. Una soluzione, quella di poter omettere una delle tre voci, che Steffani ritiene nuova, mai impiegata fino ai suoi esempi. Come osservò Alfred Einstein, «l’uomo che poté fare questo, e Steffani poteva, era un maestro nell’arte della melodia».

Casa editrice: Armelin Musica
Anno di pubblicazione: 2011
Numero di pagine: XVIII - 250 

Mobirise

Agostino Steffani
QUANTA CERTEZZA ABBIA DA' SUOI PRINCIPII LA MUSICA 
a cura di Michele Geremia

Alla fine del Seicento ormai Steffani era una personalità di spicco nell’Europa barocca, sia come compositore, sia come diplomatico. Ne rende conto Francesco Trevisan in un Elogio del primo Ottocento, qui riprodotto e rivolto agli accademici Filoglotti di Castelfranco Veneto. Vista la sua autorevolezza, Steffani venne chiamato in causa da un misterioso marchese A. G. che lo coinvolse per dar credito alle «proposizioni» espresse da lui. Nasce così la dotta dissertazione Quanta certezza abbia da’ suoi principii la musica, stampata ad Amsterdam nel 1695, che riscosse immediatamente un notevole successo. Il fisico, architetto e matematico Giordano Riccati, nelle sue Notizie di monsignor Agostino Steffani, scrive che «fu tanto applaudita specialmente in Germania» e che «se ne fece la traduzione in lingua tedesca ed otto volte si ristampò».
Quanta certezza è un vivace spaccato della cultura enciclopedica di Steffani che unisce il sapere dell’alto prelato a quello più disinvolto dell’uomo di corte, dalle sacre scritture ai padri e ai dottori della chiesa, dalla filosofia alla medicina, dall’astronomia alla geometria fino alla storia antica.

Casa editrice: Diastema
Anno di pubblicazione: 2011
Numero di pagine: 80
Acquista ora

Mobirise

Agostino Steffani
PSALMODIA VESPERTINA VOLANS OCTO PLENIS VOCIBUS 
a cura di Michele Geremia

Scritta da uno Steffani non ancora ventenne, la Psalmodia vespertina fu pubblicata nel 1674, presso i tipi dell’editore romano Angelo Muzio, e dedicata agli elettori di Baviera. Questa raccolta, che conta tredici salmi e un Magnificat per doppio coro e organo, segna la conclusione del breve periodo di formazione del giovane musicista nella città eterna. Composta sotto l’egida di Ercole Bernabei, direttore della Cappella Sistina, mostra già i caratteri tipici dello stile di Steffani, come per esempio l’assetto magniloquente insieme alla maestria per l’invenzione melodica.

Casa editrice: Diastema
Anno di pubblicazione: 2011
Note: formato digitale (CD-ROM + CD Audio)
Acquista ora

© Copyright 2020 Michele Geremia - Tutti i diritti riservati